Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy
Seguici su
cerca

Protocollo Emergenza Covid-19 Veroli Sicuramente

Frutto di un condiviso lavoro di squadra. Grazie all’iniziativa dall’Amministrazione Comunale, sostenuta e patrocinata dalla Presidenza del Consiglio Regionale Lazio, Asl e Provincia di Frosinone, è stato attivato un protocollo per la sicurezza e l'accoglienza dei turisti.

Argomenti

RIPARTIRE INSIEME!

Ripartire si deve, ripartire si può; ma occorre farlo in maniera sicura e sostenibile. Quanto accaduto in questi mesi lancia un monito forte circa la fragilità delle nostre esistenze e l’organizzazione che ci siamo dati per gestirle in maniera comunitaria. La prima risposta al virus è stata la quarantena, l’isolamento sanitario e, di conseguenza, sociale. La seconda risposta, quella che saremo da qui a breve chiamati ad elaborare, dovrà essere imperniata sul ritorno alla socialità. Una socialità che, però, non potrà non fare i conti con quanto avvenuto e ciò non solo per ovvie ragioni di carattere igienico-sanitario ma anche per una serie di considerazioni che devono porre l’accento su questioni che riguardano direttamente la politica e l’organizzazione della vita di una comunità.

Da più parti si solleva forte l’esigenza di ripensare, riprogettare, le nostre vite in funzione di una loro maggiore compatibilità con le risorse a disposizione. E’ indubbio che i prossimi anni faranno registrare una forte accelerazione in tal senso e appare chiaro che chi oggi, quando ancora l’emergenza non è del tutto alle spalle, è maggiormente pronto ad iniziare il percorso di cambiamento sarà in seguito il primo a raccogliere i frutti di questo lavoro. Oggi, dunque, ciò che è più importante è riuscire a far camminare di pari passo esigenza di cambiamento e progettazione sociale con la capacità di garantire sicurezza alle persone. In questo le comunità locali come Veroli, che si differenziano dagli spazi urbani e metropolitani, possono svolgere un ruolo fondamentale per la sperimentazione di nuove soluzioni.

VEROLI SICURAMENTE vuole andare proprio in questa direzione: dimostrare che, programmando e progettando in maniera seria e compiuta ma anche sapendo osare, si può ripartire e non rinunciare alla socializzazione. Le direttrici lungo le quali il percorso di questa amministrazione si è mosso sono, almeno in questa prima fase, sostanzialmente due:

1. Garantire la sicurezza e prevenire i contagi da Sars-Cov-2 dei residenti del Comune di Veroli;

2. Accogliere i turisti e i visitatori garantendo la massima fruibilità delle attrazioni del Centro Storico in maniera compatibile con le norme vigenti.

VEROLI SICURAMENTE è una sfida perché prova a restituire certezze ad un tempo che sembra averne smarrite.

ACCOGLIENZA TURISTI E GESTIONE AFFLUSSI

L’accesso a scopo turistico ai monumenti del Comune di Veroli sarà consentito a piccoli gruppi, come previsto dalle indicazioni vigenti della Regione Lazio. Arrivando a Veroli vi attendono due comodi parcheggi in prossimità delle mura d’accesso al centro storico: il parcheggio multipiano sito nei pressi di Porta Romana e il parcheggio nei pressi di Porta Napoletana.

Una volta lasciata l’auto seguite la cartellonistica che vi condurrà presso il Chiostro di S. Agostino dove personale della Proloco sarà lieto di accogliervi e darvi tutte le informazioni riguardante la sicurezza: Nel punto di incontro sarà presente almeno un operatore che avrà il compito sia di verificare la dotazione dei DPI dei visitatori ed eventualmente integrarla, sia di misurare la temperatura corporea tramite termoscanner. In caso di temperatura maggiore o uguale ai 37,5°Cverrà messo in atto il protocollo di sicurezza previsto nel DPCM. E’ molto gradita la prenotazione o comunque la registrazione su questo portale ma anche ai turisti non provvisti di prenotazione sarà comunque garantito previo controllo dotazione DPI e temperatura corporea al punto di incontro. Anche gli operatori saranno dotati di dispositivi di protezione.

VISITARE IL CENTRO STORICO

Il Comune di Veroli ha messo in atto un servizio denominato “Sistema Museale Citta di Veroli” che nello statuto oltre alla coordinazione e la valorizzazione dei vari musei presenti all’interno del territorio comunale, ha anche lo scopo di organizzare e migliorare la visita del paese tramite una serie di percorsi progettati e studiati con questa finalità. Tutti i percorsi sono stati revisionati ed adattati alle normative per il contrasto alla diffusione del SARS-COV-2 seguendo alcuni principi fondamentali:

>Mantenere la distanza sociale all’interno ed all’esterno dei locali creando dei percorsi e sensi unici obbligati studiati in modo da far seguire al flusso di gente dall’ingresso nell’area all’uscita un’unica direzione.

>Sviluppare un sistema di prenotazioni che tenga conto della durata dei percorsi e cadenzi gli appuntamenti in modo da non congestionare gli ambienti.

>Indicare su ogni ambiente il numero massimo di persone che possono accedere all’interno

I percorsi partono tutti dal punto di controllo iniziale ed i turisti dopo aver effettuato la verifica iniziale sulla dotazione dei DPI avranno la possibilità di effettuare i percorsi nel centro storico con tre modalità:

1. Previa prenotazione sul portale dedicato di un operatore della pro loco addetto all’accoglienza che darà indicazione sui percorsi da seguire. In questo caso il percorso seguirà un programma prestabilito che prevede tempi e tappe studiati in modo tale da non creare assembramenti. Tali percorsi avranno inizio e fine nel punto di incontro e avranno una durata di circa un’ora e trenta;

2. Previa prenotazione sul portale dedicato di una guida turistica abilitata che tutti i luoghi di interesse nel centro storico. Anche in questo caso la visita seguirà una programma prestabilito, che prevede tempi e percorsi studiati in modo tale da non creare assembramenti. Tali percorsi avranno inizio e fine nel punto di incontro e avranno una durata di circa due ore e trenta;

3. Visita libera all’interno del centro storico e dei luoghi di interesse verificando di volta in volta con il personale addetto la possibilità di accedere nei locali chiusi per non superare la capacità massima di accoglienza degli stessi.

Si precisa che presso i punti di interesse con capienza limitata, i visitatori provvisti di prenotazione (o con operatore della pro loco addetto all’accoglienza o con guida turistica abilitata) riceveranno priorità di ingresso rispetto a quelli non prenotati.

ACCESSO AI MONUMENTI

Per garantire il rispetto delle norme concernenti la capienza massima negli ambienti chiusi, tutti i locali sono stati censiti ed analizzata la loro capacità ricettiva in base al coefficiente di mq 10/persona. Tale capienza verrà indicata all’ingresso di ogni locale.

Punto di Raccolta Capienza Massima Durata Visita
FASTI VERULANI 10 15 min.
MUSEO CIVICO CRIPTOPORTICO 20/10 20+10 min.
Sala CONSILIARE /Terrazza MUNICIPIO 10/10 20+10 min.
MUSEO DELLE ERBE 20 25 min.
DUOMO S.ANDREA/TESORO 30/5 25 min.
MUSEO CIVILTA’ RURALE 10 25 min.
BASILICA DI S.M. SALOME 30 25 min.
PALAZZO CAMPANARI 50 60 min.
Sede PRO LOCO / Chiostro S.AGOSTINO 85 60 min.
P.zza PALESTRINA /Espos.Temporanea 80 60 min.
Terrazza S. SALOME /Espos.Temporanea 40 60 min.

 

Durata visita: 4:00 H Intervallo tra due gruppi: 20 minuti

Le guide dovranno fare la visita alternando prima la Sala Consiliare e poi la Terrazza del Vescovo e viceversa per non sovrapporsi ai gruppi successivi.

 

In tali luoghi chiusi viene favorito il ricambio d’aria. Per gli impianti di condizionamento, laddove tecnicamente possibile, viene esclusa totalmente la funzione di ricircolo dell’aria; se ciò non fosse tecnicamente possibile, verranno rafforzate ulteriormente le misure per il ricambio d’aria naturale e in ogni caso verrà garantita la pulizia, ad impianto fermo, dei filtri dell’aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati, secondo le indicazioni tecniche di cui al documento dell’Istituto Superiore di Sanità. Le attività di illustrazione e divulgative terranno anch’esse conto delle regole di distanziamento sociale. Al fine di migliorare la sicurezza all’interno dei locali chiusi sono stati creati per ognuno di essi dei layout grafici allegati al presente con evidenziati i percorsi ed i sensi unici da rispettare per evitare assembramenti. Si è proceduto alla redazione dei layout anche degli spazi aperti tipo piazze e strade con lo scopo di mettere in sicurezza anche gli spostamenti dei turisti da un luogo all’altro.

SPAZI E MANIFESTAZIONI ALL'APERTO

Il Comune di Veroli è molto attivo per l’organizzazione di eventi culturali e sociali; si è effettuato uno studio sulle piazze presenti nel centro storico nelle quali vi è la volontà realizzare eventi. Lo studio è volto a creare un progetto per ogni piazza che preveda il numero massimo di persone che possono assistere all’evento, la sistemazione delle sedie mantenendo la distanza di sicurezza ed i percorsi obbligati per l’ingresso e l’uscita in modo da non creare affollamenti. In tutti i luoghi di interesse saranno disponibili dispenser con soluzione idroalcolica per l’igiene delle mani.

Per le conferenze all’aperto, le presentazioni o le mostre d’arte, resta attivo il Chiostro di Sant’Agostino con una capienza massima di 85 persone compreso il personale organizzatore: nel grafico allegato si è progettato il posizionamento delle sedute con una distanza tra sedie (e delle file di sedie) di 1,5 ml in tutte le direzioni. Le sedie o le scrivanie dei relatori/presentatori dovranno essere posizionate ad almeno 2 metri lineare dalla prima fila che ospita il pubblico. Tali progetti si sono concretizzati in una serie di schede grafiche.

SCHEDA TIPO - EX CHIOSTRO DI S. AGOSTINO

REGOLE GENERALI ANTICOVID

Il comune di Veroli ritiene utile e necessario disporre le seguenti forme di protezione individuale e collettive:

Disinfezione/lavaggio delle mani

Il lavaggio delle mani ha lo scopo di garantire un’adeguata pulizia e igiene delle mani attraverso un’azione meccanica. Per l’igiene delle mani è sufficiente il comune sapone. In assenza di acqua si può ricorrere ai cosiddetti igienizzanti per le mani a base alcolica. Se si usa il sapone è importante frizionare le mani per almeno 60 secondi. Se il sapone non è disponibile usare una soluzione idroalcolica per almeno 20-30 secondi. I prodotti reperibili in commercio per la disinfezione delle mani in assenza di acqua e sapone (presidi medico-chirurgici e biocidi autorizzati con azione microbicida) vanno usati quando le mani sono asciutte, altrimenti non sono efficaci.

È importante lavarsi le mani:

Prima di

>di toccarsi occhi/naso/bocca (per es., per fumare, usare lenti a contatto, lavare i denti, etc.)
>di mangiare
>di assumere farmaci o somministrare farmaci ad altri

Prima e dopo

>aver maneggiato alimenti, soprattutto se crudi
>aver usato i servizi igienici,
>aver medicato o toccato una ferita
>aver cambiato il pannolino di un bambino
>aver toccato una persona malata
>aver toccato un animale
>dopo aver frequentato luoghi pubblici (negozio, ambulatorio, stazione, palestra, scuola, cinema, bus, ufficio, etc.) e, in generale, appena si rientra in casa
>aver maneggiato la spazzatura
>aver utilizzato soldi
>aver toccato altre persone.

È buona abitudine, inoltre, tossire/starnutire nella piega del gomito, per evitare di contaminare le mani con cui successivamente si possono trasmettere i propri microrganismi (toccando ad esempio il cellulare, la maniglia di una porta, etc.). Infine, si raccomanda di utilizzare fazzoletti monouso per soffiare il naso, possibilmente eco- sostenibili, e di smaltirli nei rifiuti, e lavarsi le mani, subito dopo l’uso.

Uso obbligatorio della mascherina

A partire dal 4 maggio 2020, ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19, è fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza.

Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ed i soggetti che interagiscono con i predetti. In comunità possono essere utilizzate, mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso. L’utilizzo delle mascherine si aggiungealle altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio (come il distanziamento fisico e l’igiene costante e accurata delle mani) che restano invariate e prioritarie. Non è utile indossare più mascherine chirurgiche sovrapposte.

Uso obbligatorio dei guanti

E’ obbligatorio l’uso dei guanti da parte di tutta la popolazione in caso di contatto con prodotti o macchinari (all’interno di un esercizio commerciale o di un’attività produttiva). E’ altresì l’utilizzo dei guanti durante l’utilizzo dei mezzi pubblici. I guanti devono essere sanificati con detergenti alcolici durante le attività lavorative e tolti al termine del lavoro.

Distanziamento fisico

Ogni cittadino deve mantenere una distanza di 1,5 metri dalle altre persone.

Gruppi

Mantenendo il distanziamento fisico di almeno 1,5 metri, ogni cittadino potrà trascorrere tempo all’esterno della propria abitazione da solo, con una persona esterna al proprio nucleo abitativo e/o con 3 persone del proprio nucleo abitativo ma sempre indossando le mascherine.

Barriere fisiche e segnaletica

Al fine di ridurre il rischio contagio nei luoghi di vita e di lavoro dovranno essere introdotte barriere fisiche in plexiglass o altro materiale idoneo. All’interno delle aree pedonali del Comune di Veroli saranno favoriti i flussi attraverso l’installazione di segnaletica orizzontale per creare sensi unici pedonali e favorire il distanziamento.

Igiene dei locali

Ogni impresa / attività o ufficio pubblico deve elaborare un piano di pulizia e sanificazione dei locali, prevedendo almeno 2 ripassi giornalieri ed utilizzando le soluzioni idroalcoliche e disinfettanti appropriate.
I locali ricettivi aperti al pubblico tipo bar/ristoranti dovranno garantire un accurata pulizia dei locali e dei bagni con appositi prodotti igienizzanti. Seguiranno specifiche sulle modalità e sui cicli di igienizzazione.

Mezzi di trasporto pubblico

Ogni mezzo di trasporto pubblico avrà un numero massimo di passeggeri consentito per mantenere il distanziamento sociale.

Mezzi di trasporto privato

Ogni cittadino può utilizzare un mezzo di trasporto omologato per almeno 4 persone da solo, con una sola persona esterna al proprio nucleo abitativo e/o con 3 persone appartenenti al proprio nucleo abitativo, tutti dotati di mascherine. Il numero massimo di passeggeri, incluso il conducente, è di 4 persone. In caso di motocicletta o auto omologata per un numero di posti inferiore a quattro, il conducente può viaggiare soltanto da solo.

Regole anti covid 19 per attività aperte al pubblico

Vengono attuate e rese proprie tutte le norme previste dalla Regione Lazio nel Piano della ripresa: le 5P della Regione Lazio. Si manterrà un costante dialogo tra Regione e Comune per verificare la sostenibilità e l’emanazione di nuove norme da parte della Regione, in modo da mantenere sempre aggiornato il protocollo messo in atto. Il Comune di Veroli provvederà all’informazione di tutte le attività presenti sul territorio del recepimento di tali norme.

Altro