D.P.C.M. 13 ottobre 2020

Con il decreto del 13 ottobre 2020, che segue il D.P.C.M. 7 ottobre e la delibera che ha stabilito la proroga dello stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021, si introducono ulteriori misure di contrasto e contenimento dell’emergenza Covid-19.  e disposizioni si applicano dalla data del 14 ottobre 2020 e sono efficaci fino al 13 novembre 2020.

Per quanto riguarda le attività commerciali e culturali le misure di contenimento adottate dal Governo sono le seguenti:

RISTORANTI E BAR
Ristoranti e bar chiudono alle ore 24.00. Dalle 21.00 sarà vietato consumare in piedi all’aperto.

SALE GIOCHI, SALE SCOMMESSE E SALE BINGO

Le attività sono consentite ad eccezione della normativa regionale da applicarsi (di cui si darà informativa)

DISCOTECHE E SALE DA BALLO

Le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche all’aperto e al chiuso restano sospese.

CENTRI BENESSERE, TERMALI, CULTURALI e SOCIALI

Le attività di centri benessere, di centri termali (salvo quelli rientranti nei livelli essenziali di assistenza) di centri culturali e di centri sociali sono consentite ad eccezione di normativa regionale da applicarsi (di cui si darà informativa).

 ATTIVITA’ COMMERCIALI AL DETTAGLIO

Le attività si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre la distanza di un metro, che gli ingressi avvengano in modo contingentato.

MUSEI, ISTITUTI E LUOGHI DELLA CULTURA
Il servizio di apertura è assicurato a condizione che garantiscano modalità di fruizione contingentata o tali da evitare assembramenti e da consentire che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro.

CINEMA, CONCERTI E TEATRO
Resta per gli spettacoli il limite di 200 partecipanti al chiuso e di 1000 all’aperto, con il vincolo di un metro tra un posto e l’altro e di assegnazione dei posti a sedere.